Un lavoro continuo di preservazione e valorizzazione

La natura e l'azione del tempo non si fermano mai, così come il nostro impegno in favore della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico di Prada.
Grazie all'impegno e al duro lavoro di professionisti e volontari, passo dopo passo continuiamo ad impegnarci per preservare Prada a favore di tutti coloro i quali hanno a cuore questo antico insediamento.

2019 Approvata la tutela di Prada quale bene culturale di importanza cantonale

Prada può godere della tutela quale bene culturale di importanza cantonale.
Lo ha stabilito il Consiglio di Stato approvando la variante del Piano regolatore della Città di Bellinzona adottata il 19 dicembre 2018 dal Consiglio comunale.
La luce verde governativa rappresenta una tappa fondamentale nel progetto allestito dalla Fondazione allo scopo di preservare e recuperare i diroccati.
E non solo uno, come voleva invece il Dipartimento del territorio nel suo esame preliminare.
Viste le motivazioni addotte dal Municipio e sentito l’Ufficio dei beni culturali, il Consiglio di Stato è infatti “dell’avviso che sia possibile assecondare le volontà del Comune di Bellinzona, e di riflesso della Fondazione Prada, nella misura in cui nella norma sia esplicitato che ogni ulteriore intervento di restauro o di ricostruzione di altri edifici facenti parte dell’insediamento tutelato dovranno essere giustificati sulla base dei principi di tutela dei Beni culturali”.

2019 Approvata la variante di PR per la tutela cantonale del villaggio

Nella seduta del mese di febbraio 2019 il Consiglio comunale di Bellinzona ha dato il suo nulla osta alla variante del Pian o regolatore del quartiere di Bellinzona che decreta la tutela quale bene culturale d’importanza cantonale dell’antico villaggio di Prada.
L’incarto è stato pubblicato sino alla fine di del mese di maggio e ora è al vaglio degli uffici cantonali preposti.

2018 Lavori di esbosco in zona chiesa

Seconda e ultima fase dei lavori di taglio ed esbosco degli alberi pericolanti cresciuti nell'antico villaggio medioevale.
In questa fase è stata pulita e messa in sicurezza la zona che circonda la chiesa con il suo sagrato e l'area in cui è situato quello che si suppone essere l'antico mulino.
Visti i buoni risultati della prima fase, anche in questo caso si è provveduto ad esboscare gli alberi con l'elicottero.

2017 Taglio ed allontanamento della copertura arborea

Al fine di ridurre al minimo il rischio di crolli dovuti allo schianto di alberi instabili (come purtroppo successo in passato), in due fasi si è provveduto a ridurre la copertura arborea a Prada.
Dato che si voleva assolutamente evitare di danneggiare ulteriormente i manufatti presenti, si è proceduto con la tecnica dello "smontaggio con l'elicottero" nelle zone più delicate.
Gli alberi venivano cioè agganciati all'elicottero prima del taglio di abbattimento, per poi venir rimossi e trasportati direttamente sul piazzale d'esbosco ubicato a Serta.

2016 Nasce la fondazione Prada

Lo scopo che la Fondazione si prefigge è di promuovere e valorizzare la scoperta dell’antico villaggio medievale di Prada, situato in un area di interesse archeologico e inserito nel piano del paesaggio quale zona d’interesse paesaggistico.
La fondazione Prada è volta a promuovere e finanziare interventi tesi al recupero e alla protezione dell’antico insediamento di Prada, risanando e rimettendo a disposizione del pubblico gli edifici compatibilmente con la loro funzione originaria e il loro stato di conservazione.

2007 Topographic survey

Survey performed in 2007 by archaeologist topographer Giorgio Nogara on behalf of the cultural heritage office.
As can be seen from the plan, Prada has more than 40 remains of buildings between houses and stables.
A dozen of these buildings still retain a good wall texture thanks to the refined construction technique used, which provided for the use of discrete and well-worked stones positioned in the corners and in the most sensitive places of the buildings, as well as the use of lime mortar as a binder.
Among these houses is also the 13.2, the building that currently has more substance and for this reason the conservative restoration with the reconstruction of the missing parts is planned within the Prada valorisation project.
Another peculiarity of Prada is the layout of the houses, grouped in blocks (like terraced houses).
It should also be noted that the village is located in a basin with a west / southwest exposure between the Dragonato torrent and the torrent Guasta, very sheltered from the north wind.